Intrecci – La rivista n.0

Intrecci, La rivista n. 0

Paese ospite: Islanda

Il numero zero include tre racconti inediti: uno dello scrittore islandese Gyrðir Elíasson tradotto da Silvia Cosimini, uno dello scrittore sovietico Isaak Babel’ tradotto da Martina Ricciardi e uno della scrittrice australiana Katerina Gibson tradotto da Parole Migranti (Cristina Galimberti, Martina Ricciardi e Ilaria Stoppa).

0,00

38 disponibili

Descrizione

INTRECCI, LA RIVISTA N. 0

Paese ospite: Islanda

Intrecci, La rivista n.0 include tre racconti inediti: uno dello scrittore islandese Gyrðir Elíasson tradotto da Silvia Cosimini, uno dello scrittore sovietico Isaak Babel’ tradotto da Martina Ricciardi e uno della scrittrice australiana Katerina Gibson tradotto da Parole Migranti (Cristina Galimberti, Martina Ricciardi e Ilaria Stoppa).

Intrecci è una rivista di traduzione, e nasce quindi con lo scopo di dare spazio al lavoro che si fa dietro al testo. Tenere vivo il dialogo sulla traduzione è fondamentale, e mostrare la riflessione che si sviluppa intorno a una parola è un modo per affinare la sensibilità sul testo. Il focus sarà principalmente sulla dimensione collaborativa della traduzione, approccio che promuoviamo sempre e di cui abbiamo sperimentato l’enorme potenziale. 

La struttura è piuttosto lineare. Oltre ai testi inediti (principalmente racconti, ma non solo) tradotti da noi e da chi partecipa ai nostri corsi, ogni numero avrà un paese ospite a cui dedicheremo uno spazio speciale con un testo tradotto dai traduttori e dalle traduttrici che ci hanno sempre ispirato e che continuano a farlo con la loro competenza e passione. 

Insomma, un groviglio di storie, di lingue, di paesi, di culture; ma anche uno spazio per scoprire nuovi autori e nuovi traduttori. Abbiamo cercato di racchiudere tutto questo nella rivista, nella ferma convinzione che tradurre vuol dire anche condividere – un’idea, un dubbio, un progetto – e, prendendo in prestito le parole di Cortázar, “vivere altre vite quando la nostra non ci basta più”.